PARTNERSHIP

Il cuore della ricerca del Baby Wellness Lab è la collaborazione tra i medici del reparto di Neonatologia dell’Ospedale Maggiore di Bologna e dell’Istituto di Scienze Neurologiche di Bologna e i tecnici delle aziende Inglesina Baby Baby S.p.A. e Favero Health Hospital.

I medici

Il personale della Neonatologia dell’Ospedale Maggiore di Bologna, con il Direttore Fabrizio Sandri e la dottoressa Silvia Soffritti,  e il personale della Medicina Riabilitativa Infantile dell’ISNB, con la Direttrice Antonella Cersosimo e la dottoressa Annarosa Colonna.

I tecnici

Gli specialisti delle aziende Inglesina Baby S.p.a. e Favero Health Hospital, hanno collaborato direttamente con i medici coinvolti nella ricerca.

Il punto di partenza

Un reparto che guarda oltre

Il personale del reparto di Neonatologia si compone di undici medici, ventidue infermieri, una psicologa e cinque operatori socio sanitari. L’Unità di Medicina Riabilitativa Infantile del IRCCS (Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna), che ha affiancato la Neonatologia durante lo studio, è composta da quattro fisiatri, tre fisioterapisti, un neuropsichiatra infantile, un chirurgo pediatra e un’infermiera.

Il suo obiettivo

I dati che descrivono l’operato del reparto di Neonatologia diretto dal dottor Sandri vedono negli ultimi 10 anni l’assistenza data a 425 neonati gravemente prematuri, il 91% dei quali è sopravvissuto (su una media internazionale dell’84%).

Questi risultati hanno portato nel tempo il reparto a porsi come obiettivo non solo la sopravvivenza dei neonati gravemente prematuri ma anche il contenimento degli esiti (circa il 40% dei nati prematuri presenta una disabilità da trattare in un centro specializzato) e quindi il miglioramento delle pratiche cliniche e assistenziali.

La risposta alle esigenze del neonato

Ogni intervento all’interno della ricerca si è sviluppato come risposta all’esigenza di sentirsi raccolto e sicuro del bambino. Nello specifico lo studio dei medici e dei tecnici si è concentrato sulla postura corretta e comoda del neonato durante il sonno.

Questo, nella pratica, si è tradotto nella ricerca e sviluppo di un supporto per mantenere il neonato in posizione supina (per prevenire il rischio di SIDS) e con le vie aeree sempre allineate (cosiddetta sniffing position).

Da queste premesse legate alla salute del bambino e dal lavoro congiunto di tutti i diversi attori della ricerca è stato progettato e realizzato un dispositivo medico che risponde precisamente ai principi di efficacia e sicurezza del neonato: lo Start Matt.